Bilancio di Sostenibilità FY 2021

RUFFINO | Bilancio di Sostenibilità FY 2021 71 comunità di macro invertebrati acquatici, i quali sono ottimi bioindicatori per valutare la qualità delle acque dolci superficiali; • L’Indice di Biodiversità Lichenica (IBL-bf) analizza le comunità licheniche epifite che rappresentano un valido bioindicatore della qualità dell’aria. Dal 2018, ogni anno, gli esperti dell’Associazione visitano i nostri terreni allo scopo di verificare questi Indici e la qualità in senso lato dei territori da noi gestiti. I prodotti che possono utilizzare la certificazione “Biodiversity Friend”, sono ad oggi: • Riserva Ducale Oro Chianti Classico Gran Selezione DOCG • Greppone Mazzi Brunello di Montalcino DOCG • Alauda IGT Toscana • Fiasco Chianti Superiore DOCG • La Solatia Pinot Grigio IGT Toscana • Romitorio di Santedame Chianti Classico Gran Selezione DOCG • Santedame Chianti Classico DOCG. • Prosecco DOC • Prosecco Rosé DOC • Pinot Grigio Delle Venezie La produzione integrata A supporto del percorso intrapreso al fine di con- tribuire alla preservazione e alla difesa dei valori della natura, abbiamo ritenuto importante mi- surarci con una certificazione che attestasse la nostra conformità al Disciplinare di Produzione Integrata e, nel FY 2021, tutte le società sono sta- te certificate con lo standard “Sistema di Qualità Nazionale di Produzione Integrata” (SQNPI). Lo standard SQNPI è uno schema di certificazio- ne volontario che attesta l’utilizzo di tecniche di produzione integrata che prevede l’applicazione di norme specifiche per ciascuna coltura, prati- che agronomiche e indicazioni fitosanitarie vin- colanti (riportate nei disciplinari di produzione) sia nella scelta dei prodotti fitosanitari che nel numero dei trattamenti possibili. Le pratiche di gestione sono infatti più rigorose e la scelta dei prodotti fitosanitari utilizzabili è maggiormente ridotta rispetto a pratiche e prodotti il cui utilizzo è consentito nella Produzione Integrata non cer- tificata dal marchio SQNPI. In continuità con la scelta di ridurre l’utilizzo dei fitofarmaci a supporto della prevenzione e del- la cura delle malattie del vigneto, ci avvaliamo di modelli previsionali avanzati che elaborano i dati provenienti dai sensori meteo e da quelli ambientali wireless all’interno delle stazioni me- teo presenti nelle Tenute. In particolare, grazie all’analisi dei dati puntuali su parametri quali la temperatura, l’umidità dell’aria, la piovosità, la bagnatura fogliare, la velocità del vento e la conoscenza della fase fenologica della pianta, è possibile impostare una difesa dalle malattie più puntuale ed equilibrata e con un minor impatto ambientale L’analisi dei dati è coadiuvata dall’utilizzo di un Sistema di Supporto alle Decisioni (DSS), strumentale alla raccolta, all’organizzazione e all’integrazione delle informazioni sul meteo e sull’ambiente vigneto. Infatti grazie a modelli matematici, il sistema, interpreta le informazio- ni a disposizione e attraverso un confronto con parametri definiti dagli esperti, fornisce supporti decisionali e allerte al fine di prendere decisioni informate circa la gestione del vigneto. In aggiunta a ciò, affinché sia tenuta traccia dei prodotti chimici utilizzati, dai concimi ai fito- farmaci, le Tenute dal FY 2013, si avvalgono di un software gestionale, Quaderno di Campagna (QdC), collegato alla banca dati ministeriale dei fitofarmaci. Il software consente la verifica au- tomatica del corretto dosaggio dei prodotti e segnala eventuali anomalie, oltre a permettere il monitoraggio del magazzino residuo finale in conformità con quanto previsto dalla legge.

RkJQdWJsaXNoZXIy NDMxMQ==