Bilancio di Sostenibilità FY 2021

RUFFINO | Bilancio di Sostenibilità FY 2021 59 Il principale turbamento generato dalla pande- mia e dai periodi prolungati di lockdown si so- stanzia nella formazione di consistenti ecceden- ze – a marzo 2021 pari a 61,7 milioni di ettolitri (hl) di vini e mosti in giacenza, in aumento di 1,5 milioni di hl rispetto all’anno precedente 10 – ri- conducibili soprattutto alle interruzioni lungo le catene di approvvigionamento e nei principali mercati di sbocco, tra cui l’Ho.Re.Ca. Oltre agli ef- fetti della pandemia, il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf) identifica come ulteriori fattori di incidenza sulle ecceden- ze anche lo squilibrio tra la produzione e i consu- mi in Unione Europea e gli effetti dei dazi imposti dagli Stati Uniti. Per quanto riguarda l’export, nel 2020 il compar- to ha subito un calo del 2,2% rispetto al 2019 per un totale di 6,29 miliardi di euro di esportazioni di vino italiano nel mondo: i mercati di destina- zione più colpiti risultano essere quello asiatico, con un calo del 12,6% rispetto all’anno precedente, e quello americano, dove gli USA registrano una riduzione del 5,6%. Nell’anno, le esportazioni ita- liane verso il continente europeo hanno rappre- sentato il 62% del totale 11 . Gli impatti del Covid-19 hanno poi riguardato le abitudini personali di acquisto e consumo di vino: soprattutto durante i periodi di lockdown, a causa della chiusura degli esercizi di ristorazione e bar, gli acquisti sono stati ricondotti principal- mente al canale online e alla GDO, e la riduzione nel consumo di vino è stata associata soprattutto alla mancanza di occasioni di socialità 12 . Nello specifico, nel FY 2021 il valore della produ- zione è pari a Euro 104,59 milioni in contrazione rispetto all’anno precedente (- 21,20%). L’esercizio si è chiuso con un EBITDA pari a Euro 6,13 milio- ni, in diminuzione del 50,9% rispetto al FY 2020 e un utile pari a Euro 4,92 milioni (-65,28% rispetto all’anno precedente) La capacità di produrre un reddito sostenibile nel tempo è per noi direttamente legata al fatto che la ricchezza complessiva creata debba essere equa- mente distribuita tra tutti i fattori produttivi che hanno concorso alla sua formazione. Tra questi: la terra e il vigneto che devono generare uva in misura allineata alle aspettative di produzione quali/quantitative. La creazione di valore sostenibile è dunque la condizione necessaria per poter preservare e accrescere nel tempo il valore degli asset che ci sono stati affidati. A tal proposito, si specifica che nel FY 2021 abbia- mo distribuito l’87% del valore complessivo gene- rato alle categorie di stakeholder prioritarie del Gruppo, trattenendo internamente il 13% per per- seguire obiettivi di crescita e di sviluppo dell’atti- vità del Gruppo, ne segue una rappresentazione: 10 Dati Cantina Italia, marzo 2021. 11 Dati Osservatorio Qualivita Wine: elaborazione su dati Istat. 12 Esiti della Survey “Gli effetti del lockdown sui consumi di vino in Italia” gestita da Nomisma Wine Monitor. Valore economico distribuito 88.080.277 Valore economico distribuito ai fornitori Valore economico distribuito al personale Valore economico distribuito ai finanziatori Valore economico distribuito alla Pubblica Amministrazione Valore economico distribuito alla comunità locale 78,8% Valore economico generato 101.174.768 15,9% 1,1% 1,1% 0,3%

RkJQdWJsaXNoZXIy NDMxMQ==