Bilancio di Sostenibilità FY 2021

RUFFINO | Bilancio di Sostenibilità FY 2021 49 Un evento che può avere impatto sulla normale operatività del business, per la gestione del quale il management ha suf- ficienti risorse e tempo a disposizione. Un evento che non crea significative interruzioni del busi- ness o danni alle strutture, ai prodotti, ai dipendenti, ai clienti o agli azionisti e che può essere controllato localmente, con la collaborazione e con attività non ordinarie da parte di più funzioni e/o di soggetti esterni e consulenti. Un evento che ha o che può avere un impatto significativo sulla normale operatività aziendale, sulla sua reputazione e stabilità finanziaria. Si tratta di un evento che può danneg- giare i siti, i prodotti, i dipendenti, i clienti, i marchi o gli azio- nisti interrompendo il normale corso delle attività e attirare l’attenzione dei mezzi di comunicazione tradizionali o dei social media. Inoltre il modello gestionale sviluppato prevede l’individuazione di tre livelli di rischio a cui cor- rispondono precise procedure ed azioni deline- ate in “Specific Response Plans” con l’obiettivo di definire le priorità di gestione per tutti i rischi collocati nei quadranti in alto della matrice, in corrispondenza quindi dell’area di rischio alto e medio/alto. In merito al primo e al secondo livello di rischio attuiamo procedure operative e piani di mitiga- zione che si differenziano a seconda dei rischi affrontati e possono coinvolgere diverse funzioni aziendali. Per quanto riguarda il terzo livello, ovvero la ma- nifestazione di un evento di crisi, abbiamo invece definito uno specifico Crisis Management Plan, il cui obiettivo è quello di definire le procedure ade- guate a garantire le risorse necessarie per rispon- dere inmaniera efficace, tempestiva e strutturata in modo da: • Prevenire e/o minimizzarne gli impatti nega- tivi; • Ristabilire l’operatività il più velocemente possibile; • Garantire la sicurezza di dipendenti, clienti e altri soggetti; • Attivare piani di comunicazione efficaci inter- ni ed esterni; • Minimizzare i rischi e definire le responsabi- lità. LEVEL 1 ISSUE LEVEL 2 EMERGENCY LEVEL 3 CRISIS

RkJQdWJsaXNoZXIy NDMxMQ==