Buy now
Fiasco Chianti Rufina

Chianti Rufina DOCG

Fiasco Chianti Rufina

Colore

Rosso rubino focoso, non privo di marezzature scarlatte.

Aroma

Spiccate note varietali che conducono all’anima stessa del Sangiovese: frutti rossi di ramo, in una veste austera e rustica di purissimo stampo toscano. Un bouquet caratteristico di viola e ciliegia marasca a cui seguono note speziate ed erbacee.

Gusto

Folgorante ingresso largo e teso, attraversato da una trama tannica garbata e sobria, non priva di una svirgolata finale che allunga il sorso, lasciando una sensazione di imperiosa freschezza.

Note

La sottozona Rufina è la parte più elevata del Chianti, caratterizzata da pendii ripidi e temperature più fresche o comunque con forti escursioni. Origina vini stretti ed eleganti, inconfondibili.

Abbinamenti

La sua tessitura particolarmente diritta lo acclama come compagno di fritti, primi e carni bianche, ma è clamoroso con i generosi cacciucchi.

Appunti dell'enologo

La fermentazione alcolica, coadiuvata da tecniche di rimontaggio, si protrae per 15 giorni circa in tini di acciaio inox termo-controllati. Terminata la fermentazione malolattica, il vino è affinato in tini di acciaio inox termo-controllati per alcuni mesi prima di essere imbottigliato.

Storia

Il fiasco di Chianti Rufina è la storia stessa di Ruffino: se il comune di Pontassieve è uno dei cinque “eletti” alla sottozona Rufina, il fiasco richiama una tradizione incisa con nel fuoco che forgia il vetro nella sua forma panciuta, rivestita di paglia: oggi di carta riciclata e ritorta.  Un ritorno che ha il sapore antico della riscoperta.

Area di produzione

Toscana.

Buy Now

Shop online Home delivery

Questo prodotto è presente nella nostra Enoteca di Poggio Casciano

Download PDF

Uvaggio

>=70% Sangiovese + altri vitigni del Chianti (Base Ampelografica - Disciplinare del Chianti DOC Art 2).

Affinamento

Affinamento in vasche di acciaio inox.

Temperatura di servizio

16/18°

Lo sapevi che?

Il Chianti Rufina è una sottozona della Denominazione del Chianti e riconosciuta fin dal 1716 dal bando del Granduca Cosimo III. Comprende le alture a sud est di Firenze ed in particolare i comuni di Dicomano, Londa, Rufina, Pelago e Pontassieve, dove da sempre si trovano le storiche cantine Ruffino. Il fiasco rivestito di paglia – oggi carta ritorta – è un simbolo di Ruffino, tanto quanto il vino in esso contenuto.

Guarda il video

Potrebbero piacerti